Archivi tag: Jean Baptiste Lully

Ricapitolando Molière…

Standard

E così abbiamo letto il nostro piccolo Molière di corte, opéra comique senza musica…

Struttura classica – innamorato galante, geloso punito, valletto furbo, bella donna sveglia, intrighetti e stratagemmi… – spazio per danze e musica (di Lully!), le consuete stoccatine alla società francese, un lancia spezzata in favore delle donne che non si devono opprimere con la gelosia… e la battuta forse più nota di tutta la commedia (la cita anche Poirot in Assassinio sul Nilo):

La grande ambizione delle donne è … quella di ispirare amore.

Che ne dite, o Lettori – e soprattutto Lettrici? È vero? È ancora vero nel XXI Secolo? È (ed è sempre stato) vero solo delle donne? Diteci il vostro parere nei commenti qui sotto!

Intanto ecco qui qualche immagine…

Eravamo incuriositi dalla canzone “etnica” di Alì, ricordate? Ebbene, il bizzarro Turco/Arabo/Veneto del ritornello è identico nell’originale:

Chiribirida ouch alla !
Star bon Turca,
Non aver danara.
Ti voler comprara ?
Mi servi a ti,
Se pagar per mi ;
Far bona coucina,
Mi levar marina,
Far boller caldara.
Parlara, parlara :
Ti voler comprara ?

E la risposta di Don Pedro…

Savez-vous, mes drôles,
Que cette chanson
Sent pour vos épaules
Les coups de bâton ?
Chiribirida ouch alla !
Mi ti non comprara,
Ma ti bastonara,
Si ti non andara.
Andara, andara,
O ti bastonara.

E per questa volta questo è quanto. Scriveteci – nei commenti o utilizzando la pagina apposita. Idee, pareri e suggerimenti sono sempre i benvenuti. Iscrivetevi al blog per essere sempre informati dei nuovi incontri – e l’appuntamento è per il prossimo Palcoscenico di Carta.

A presto!