I Giganti della Montagna – Parte II: il testo

Standard

Rieccoci qui!

Martedì 9, alle ore 18, continueremo la lettura di questo testo singolare e questa volta entreremo nella misteriosa villa in rovina di cui il “mago” Cotrone ha fatto un rifugio per i suoi bizzarri protetti…

Sotto molti aspetti, la Scalogna parrebbe l’approdo perfetto per la malridotta compagnia della Contessa, vero?

Ebbene, lo scopriremo: unitevi a noi!

Qui trovate il testo della seconda parte in formato pdf: Il Palcoscenico di Carta GdM2.

Il luogo è, come di consueto, la Libreria IBS+Libraccio, al n° 50 di Via Verdi, a Mantova.

Vi aspettiamo!

Annunci

Ed ecco il testo!

Standard

LocTeatrinoEccoci qui, eccoci qui, nonostante la cattiva volontà della tecnologia…

Ma noi non ci lasciamo impressionare, ed ecco qui il testo da scaricare e stampare. A voi I Giganti della Montagna, Parte I in formato PDF.

Unitevi a noi martedì 2 maggio, alle ore 18.00, alla libreria IBS+Libraccio, al numero 50 di via Verdi, a Mantova.

Vi aspettiamo!

Pirandello al Palcoscenico di Carta

Standard

Rieccoci, amici e lettori!

Il Palscoscenico di Carta ritorna – e questa volta, in occasione del centocinquantesimo anniversario della nascita di Luigi Pirandello, leggeremo I Giganti della Montagna – dramma atipico e incompiuto, semi-fiabesco e grandioso, con una buona dose di teatro nel teatro…

Dopo tanta Inghilterra elisabettiana, sarà un’esperienza decisamente diversa…

Volete leggere insieme a noi? Iscrivetevi usando il form qui sotto:

Se invece volte solo ascoltare, non serve altro che unirsi a noi, presso IBS+Libraccio, al n° 50 di Via Verdi, il martedì poco prima delle 18, dal 2 al 16 di maggio.

Vi aspettiamo!

Sipario su Pene d’Amor Perdute

Standard

E così, tra beffe, falsi moscoviti, echi del Sonetto 127 e la parola più lunga del dizionario inglese (honorificabilitudinitatibus che, non si fa per dire, in realtà è latina), siamo giunti a conclusione. Bizzarra conclusione, se vogliamo: come sospira Biron, “qui non finisce come nelle buone vecchie commedie d’una volta, e Giannetto non sposa la Giannetta…”

Vero è che, al momento della separazione, le quattro coppie d’innamorati si danno appuntamento a un anno più tardi, ma… ci crediamo fino in fondo? Vuole Shakespeare che ci crediamo? Un rapido sondaggio tra i lettori ha mostrato che, a parte un paio di anime romantiche, il pubblico è scettico assai sulla costanza di questa compagnia di giovanotti spergiuri e ragazze pazzerelle.

Ad ogni modo, grazie alla Libreria Ibs+Libraccio per l’ospitalità, grazie all’Accademia Campogalliani e a Hic Sunt Histriones per avere partecipato, grazie a tutti i lettori e ascoltatori.

Qui ci sono un po’ di foto (opera di Michela Dal Porto e Flavia Ferrari):

E ci risentiremo tra qualche mese, per un’altra lettura. Contattateci se avete idee e suggerimenti per i prossimi incontri, e iscrivetevi a questo blog per essere sempre informati, volete?

Pene d’Amor Perdute – Il testo: III Parte

Standard

pogany_labour4-417E così il Re di Navarra e i suoi filosofi da giardino accusano il colpo: si direbbe che nessun austero proposito, per quanto nobile, resista davanti alla grazia di quattro francesine dallo spirito pungente. I nostri quattro giovanotti hanno tentato di fingere di nulla, si sono rimproverati e smascherati a vicenda, in un tourbillon di lettere malconsegnate e sfoghi ascoltati da gente nascosta negli alberi… e alla fine tutti cedono all’amore – e cedono per iscritto. Anche Don Adriano de Armado lo Spagnuolo residente – per la perplessità di tutti, nobili e villici.

Ma per ora son solo parole, sospiri, inchiostro e battibecchi. Come andrà a finire?

Ttra maschere, imbrogli e rivelazioni dell’ultimo momento, lo scopriremo martedì alle ore 18, leggendo insieme il Quinto Atto – di cui intanto potete scaricare il testo qui.

Vi aspettiamo!

Il Testo – II Parte

Standard

bbc_loves_labours_lostDunque, ricapitolando: alla corte di Navarra, Re Ferdinando e i suoi inseparabili amici Longueville, Dumain e Biron hanno fatto voto di studiare filosofia per tre anni mangiando poco, dormendo meno e soprattutto tenendosi lontano dalle donne… Come fa notare lo scettico Biron, però, quest’ultima clausola dovrà essere quantomeno sospesa per la visita di stato della Principessa di Francia, venuta a negoziare la cessione dell’Aquitania.

Mentre i sudditi – dai rustici Zucca e Giacometta all’eccentrico cavaliere spagnolo Don Adriano de Armado con il suo paggio – affrontano ciascuno a suo modo le austere restrizioni regie, l’arrivo della bella Principessa con le sue altrettanto graziose dame scombussola i piani dei nostri filosofici giovanotti.

Tra negoziati diplomatici in giardino, idilli multipli e fioriture poetiche, riusciranno i Navarresi a mantenere il giuramento di fronte al fascino delle Francesine? E chi otterrà le attenzioni della contadinella contesa?

L’appuntamento con il III e IV atto di Pene d’Amor Perdute è per martedì 29 novembre, alle ore 18, presso la Libreria Ibs+Libraccio, al n° 50 di Via Verdi (Mantova).

Potete scaricare il testo delle letture qui.

Ed ecco il testo

Standard

loveslabourslost_4485Martedì 22 si avvicina, ed è ora di avere per le mani quel che leggeremo – quasi in contemporanea con Canterbury, dove James Cavalier e i suoi ci precederanno di nemmeno  ventiquattr’ore.

Qui c’è, in formato PDF da scaricare e stampare, la prima parte di Pene d’Amor Perdute, nella traduzione di Goffredo Raponi.

Ci aspettano le vicende del Re di Navarra con i suoi amici e della Principessa di Francia con le sue damigelle – e dell’ineffabile cavaliere spagnolo, Don Adriano de Armado con il suo paggio Tignola, per non parlare di rustici, guardie e contadinelle…

I ranghi sono quasi completi, ma c’è ancora qualche parte scoperta. Se avete voglia di leggere con noi, c’è ancora tempo. Fateci sapere, e vi assegneremo una parte:

Vi aspettiamo, martedì 22 alle ore 18, alla Libreria Ibs+Libraccio, al n° 50 di Via Verdi – Mantova.

 

Salva