Archivi categoria: Uncategorized

Il Cattivo Re Giovanni al PdC

Standard

imagesRieccoci qui con un altro Shakespeare, assai poco conosciuto e ancor meno rappresentanto – una history degli anni Novanta del Cinquecento, incentrata su una delle figure meno amate della storia inglese: Re Giovanni.

Sì, quel Giovanni: il re della Magna Charta; Giovanni Senzaterra, il fratello “cattivo” di Riccardo Cuordileone; il capo dello Sceriffo di Nottingham, nemico di Robin Hood. Secondo alcuni, il peggior monarca di sempre a sedere sul trono inglese. Perché magari si potrebbe pensare che Giovanni si contenda il titolo con Riccardo III (non a caso altro protagonista shakespeariano) – ma sappiamo tutti che in decenni recenti Riccardo è stato ampiamente (se non incontestatamente) riabilitato, fatto oggetto di enormi quantità di narrativa, e difeso vocalmente da un esercito di Riccardiani in vari gradi di ferocia.

Ma Giovanni…?

Giovanni continua a godere di pessima stampa – Sir Walter Scott in testa… ma a noi interessa principalmente quel che Shakespeare fa di Giovanni, giusto? Ebbene, quel che ne fa è metterlo al centro di una storia di dubbie lealtà, convenienza politica, alleanze ondivaghe e grigia, grigissima lotta per il potere. In mezzo a tutto ciò, Giovanni sembra annaspare con singolare inefficacia – non malvagio, ma impigliato nei meandri della realpolitik, schiacciato tra personalità più forti (prima tra tutti la formidabile Eleonora d’Aquitania)…

KJLocSmall

Insomma, esploreremo una prospettiva diversa su un personaggio storico e una serie di dilemmi politici che, come spesso capita con Shakespeare, conservano una singolare attualità. L’idea v’incuriosisce?

Come di consueto, ci sono due modi per partecipare. Se voltete leggere insieme a noi, iscrivetevi usando il form qui sotto. Vi assegneremo un ruolo e vi invieremo il testo. Se invece volete solo assistere (e ricordatevi che potete cambiare idea per ogni incontro 😉 ), non dovete fare altro che unirvi a noi in libreria, il 17 aprile, un po’ prima delle 18.

Vi aspettiamo!

Sipario su Pene d’Amor Perdute

Standard

E così, tra beffe, falsi moscoviti, echi del Sonetto 127 e la parola più lunga del dizionario inglese (honorificabilitudinitatibus che, non si fa per dire, in realtà è latina), siamo giunti a conclusione. Bizzarra conclusione, se vogliamo: come sospira Biron, “qui non finisce come nelle buone vecchie commedie d’una volta, e Giannetto non sposa la Giannetta…”

Vero è che, al momento della separazione, le quattro coppie d’innamorati si danno appuntamento a un anno più tardi, ma… ci crediamo fino in fondo? Vuole Shakespeare che ci crediamo? Un rapido sondaggio tra i lettori ha mostrato che, a parte un paio di anime romantiche, il pubblico è scettico assai sulla costanza di questa compagnia di giovanotti spergiuri e ragazze pazzerelle.

Ad ogni modo, grazie alla Libreria Ibs+Libraccio per l’ospitalità, grazie all’Accademia Campogalliani e a Hic Sunt Histriones per avere partecipato, grazie a tutti i lettori e ascoltatori.

Qui ci sono un po’ di foto (opera di Michela Dal Porto e Flavia Ferrari):

E ci risentiremo tra qualche mese, per un’altra lettura. Contattateci se avete idee e suggerimenti per i prossimi incontri, e iscrivetevi a questo blog per essere sempre informati, volete?

Uno sguardo a Romeo e Giulietta

Standard

Siamo in arrivo! Settembre si avvicina – e così il ritorno de Il Palcoscenico di Carta.

Intanto, ecco qui un rapido sguardo a come sono andate le cose in maggio: Romeo e Giulietta, di William Shakespeare, dal 7 al 21 maggio 2015 presso la Libreria Galleria Einaudi:

A prestissimo!

I Lunedì del d’Arco

Standard

LocSh&Co.Non è per caso che l’Accademia Campogalliani ha intitolato la rassegna di quest’anno Shakespeare 450

Lunedì 13 ottobre si comincia con Shakespeare & Co. – in cui “& Co.” sta ad indicare Christopher Marlowe, la stella del mattino del teatro elisabettiano, il precursore e rivale di Shakespeare.

Anna Bianchi, Diego Fusari, Chiara Prezzavento e Adolfo Vaini raccontano la rete di rivalità, ispirazioni ed echi incrociati tesa tra le opere dei due uomini che hanno creato il teatro moderno.

L’intera rassegna è composta di sei appuntamenti che, attraverso conversazioni, letture drammatizzate e messinscene teatrali, di Shakespeare esplorerà gli adattamenti cinematografici, le favole sognanti, i Sonetti, le tragedie e le storie d’amore…

Una preparazione perfetta, in attesa de Il Palcoscenico di Carta!

I Lunedì si tengono al Teatrino d’Arco e sono a ingresso gratuito. Per informazioni, Teatro d’Arco: 0376 325363 o teatro.campogalliani@libero.it.

 

Dove Tutto Ha Avuto Inizio

Standard

GalatheaStiamo lavorando per organizzare il nostro Romeo e Giulietta, primo appuntamento de Il Palcoscenico di Carta.

Nel frattempo, considerando che siamo il capitolo italiano di The Paper Stage, perché non dare un’occhiata al blog del progetto originale?

I nostri amici di Canterbury sono quasi pronti per la loro terza lettura: il 15 settembre si riuniranno per dar voce all’inconsueta e incantevole Gallathea del loro concittadino elisabettiano, il commediografo John Lyly.

Non vediamo l’ora di cominciare anche noi…

Seguiteci (c’è un bottone apposito nella colonna di destra) per non perdere il debutto de Il Palcoscenico di Carta.

A prestissimo!

 

Debutto

Standard

romeojuliet_6_mthIl Palcoscenico di Carta aprirà nel gennaio 2015 con Romeo e Giulietta, di William Shakespeare.

Stiamo ancora lavorando all’organizzazione, e quindi data precisa e luogo sono ancora da stabilire…

Seguiteci per non sapere dove, quando e come partecipare al primo appuntamento!

Eccoci!

Immagine

Il Pt116alcoscenico di Carta è un esperimento, un gioco, un’avventura… È teatro letto in gruppo – ad alta voce.

L’ispirazione parte dal progetto gemello The Paper Stage, nato a Canterbury da un’idea di Harry Newman e Clare Wright, dell’Università del Kent.

È un modo per esplorare in prima persona testi che di rado – o mai – raggiungono le scene, cominciando con lo Shakespeare meno frequentato e i suoi contemporanei meno noti, come Christopher Marlowe o Ben Jonson – per poi spaziare in cerca di repertori trascurati o dimenticati, ma profondamente affascinanti.

Gli appuntamenti de Il Palcoscenico di Carta, organizzati dall’Accademia Teatrale Francesco Campogalliani, sono un’occasione unica per conoscere autori e testi “da dentro”. Lettori o ascoltatori, unitevi a noi in questa serie di letture – un viaggio nel tempo, nelle passioni, nelle profondità dell’animo umano, nella storia del teatro.

Cominceremo presto – in data e luogo da destinarsi. Seguiteci per essere sempre aggiornati e per sapere come partecipare o assistere alle letture.

Nel frattempo, per dubbi, domande e chiarimenti, potete contattarci qui.